Se sei un appassionato di stampanti 3D, sai quanto è importantemantenere il filamento asciutto. A volte è anche necessariofilamento umido asciutto per prepararlo nuovamente all'uso. Ecco dove ilSunlu FilaDryer S2* entra.

Il Sunlu FilaDryer S2 asciuga le bobine intere di filamenti in modo uniforme in un tempo di 3-6 ore e a seconda del materiale tra 35-70 C. Soprattutto per i filamenti particolarmente igroscopici come Nylon, PVA e PETG è molto utile, ma previene anche il PLA dal diventare fragile..

In questo test pratico del Sunlu FilaDryer S2, ho testato la sua efficacia su un filamento che è stato conservato aperto, un filamento che è stato conservato in un contenitore con gel di silice e un filamento estremamente umido che è stato in acqua per 2 giorni.

Da asporto chiave

Adatto per PLA, PLA, legno, PETG, PVB, ABS, HIPS, PVA, ASA, TPU, PMMA, PA, PC

Il filamento può essere alimentato direttamente dall'essiccatore alla stampante.

Previene gli errori di stampa comuni come stringhe o bolle.

Intervallo di temperatura da 35-70 CC

Asciuga ogni filamento entro 3-6 ore

Massimo dimensione bobina: Ø 210 x 85 mm

Diametro del filamento: 1,75 mm; 2,85 mm; 3,00 mm

Chi dovrebbe acquistare Sunlu FilaDryer S2?

Il Sunlu FilaDryer S2 è adatto a chiunque abbia problemi con il filamento bagnato. Soprattutto quando si utilizza Nylon, PVA e PETG, questo essiccatore a filamento è particolarmente adatto, ma anche il PLA può trarre vantaggio dall'asciugatura.

Ambito di consegna e design
> Sunlu FilaDryer S2

La fornitura di Sunlu FilaDryer S2 include il dispositivo stesso, un chiaro manuale di istruzioni e il cavo di alimentazione con alimentatore.

Il dispositivo ha una forma leggermente ovoidale con quattro piedini sul fondo. Può essere aperto dall'alto e ha spazio per una bobina di filamento. Il filamento riceve calore da tutti i lati tramite due superfici riscaldanti.

Lo stoccaggio del filamento all'interno è progettato in modo che la bobina possa essere srotolata liberamente. Nella cappa c'è un piccolo foro attraverso il quale il filamento può essere alimentato alla stampante. Ciò consente di utilizzare il filamento secco direttamente per la stampa. In questo modo non dai al filamento la possibilità di bagnarsi. Soprattutto per le stampe più grandi, questa è una caratteristica pratica.

Soprattutto con gli estrusori Bowden, l'alimentazione diretta dall'essiccatore del filamento all'estrusore è molto semplice, perché l'angolo del filamento è esattamente giusto. Con gli estrusori a trasmissione diretta, è un po' più difficile perché il filamento deve provenire dall'alto.

Inoltre, ci sono molte stampanti 3D con estrusori a trasmissione diretta in cui il sensore di filamento è montato sulla parte superiore del telaio. Ciò rende ancora più difficile l'alimentazione del filamento direttamente dall'essiccatore alla stampante. Ma se i vantaggi dell'essiccazione superano gli svantaggi, è possibile trovare una soluzione individuale.

Operazione
> Sunlu FilaDryer S2

L'operazione viene eseguita tramite un ampio touchscreen sulla parte anteriore del dispositivo. Qui vengono visualizzati la temperatura attuale, la temperatura target, l'umidità relativa, il tempo di asciugatura rimanente e il materiale. Tramite un semplice menu con un pulsante di impostazione e due frecce è possibile modificare i diversi parametri.. 

Si consigliano temperature diverse per i diversi filamenti. Questi possono essere trovati in una tabella di riferimento nelle istruzioni per l'uso.

È possibile posizionare il filamento nell'essiccatore a fiamma prima o dopo aver effettuato le impostazioni. Se prevedi di stampare direttamente con il filamento in seguito, puoi anche infilare l'estremità del filamento nel foro del cappuccio.

Test pratico: qualità di stampa prima e dopo
> Sunlu FilaDryer S2

Volevo sapere se il Sunlu FilaDryer S2 mantiene ciò che promette e l'ho testato praticamente. Per questo ho usato il PETG, che è noto per assorbire l'acqua dall'aria, il che porta a di piùincordatura durante la stampa.

Per fare un confronto, ho stampato un test di retrazione con il filamento prima e dopo l'asciugatura per osservare eventuali modifiche. Per questo, ho conservato o asciugato il PETG in tre modi diversi:

PETG all'aria aperta per una settimana (circa 40-50 % di umidità a 20-24 C))

PETG conservato asciutto (contenitore chiuso con gel di silice)

PETG immerso in acqua per 12 ore

Il risultato è abbastanza chiaro: l'essiccazione ha migliorato il comportamento di tesatura in ciascuno di questi test. Solo con il filamento immagazzinato a secco, non c'era quasi nessun cambiamento a conferma che il mio sistema di archiviazione lavori!

Livello di rumore
> Sunlu FilaDryer S2

Non c'è molto da dire sul livello di rumore, poiché l'unità di asciugatura del filamento è completamente silenziosa.

Consumo di energia
> Sunlu FilaDryer S2

Durante la fase di riscaldamento delle superfici riscaldanti, il Sunlu FilaDryer S2 consuma circa 46 watt. In modalità idle, invece, sono solo circa 2 watt. Una volta che il dispositivo ha raggiunto la temperatura, deve solo riattivare il riscaldamento nel frattempo, il che lo porta a superare le 3-6 ore di asciugatura con un consumo energetico molto basso.

Ne vale la pena il Sunlu FilaDryer S2?

Se hai problemi con il filamento umido, ilSunlu FilaDryer S2* ne vale sicuramente la pena! Soprattutto nelle zone umide o durante le ondate di caldo con aria umida in estate, a volte è impossibile stampare alcuni filamenti come il PETG senza una qualche forma di asciugatura.

COLLEGAMENTO:https://www.sunlu.com/products/new-version-sunlu-filadryer-s2

Autore:Martino

Oltre a molti dispositivi di prova, Martin ora ha la sua quarta stampante 3D in esecuzione e stampa come hobby per gli amici, la famiglia e se stesso. È felice di condividere la sua esperienza con ogni nuovo articolo.